Comincia gli studi di sassofono con il maestro Francesco Bearzatti, con il quale  affronta gli aspetti della teoria, solfeggio parlato e cantato, armonia jazz, pratica dello strumento, lettura con strumento ed improvvisazione.

Frequenta dei seminari di armonia e improvvisazione con il pianista americano Berry Harris, Renato Chicco ed i bassisti Pippo Matino e Dario Deidda con i quali si appassiona e comincia a studiare contemporaneamente basso elettrico.

Contemporaneamente agli studi comincia una intensa attività concertistica con il basso in varie formazioni in giro per il nord Italia (Tatanka, D.R.Funk, Peluqueria Hernandez, con i quali si esibisce tutt'ora in importanti festival e teatri e con all'attivo tre dischi) collabora per un breve periodo con alcune orchesre di Verona con il Sax tenore e realizza alcuni progetti in trio, quartetto, quintetto e sestetto con i quali si esibisce in numerosi festival e locali tra Milano, Roma e Verona.

Nel 2010 arriva alla finale del concorso migliori talenti all'interno del festival di “Atina jazz" esibendosi prima di alcuni importanti nomi del settore quali, Rava, Bollani, Rosanna Casale e molti altri.

Viene premiato da Radio Rai uno ed entra nella rosa dei miglori talenti all'nterno della rassegna «Demo Radio Rai» condotta da due importanti speaker italiani Michael Marengo e Pergolani comincia ad insegnare sax e basso elettrico nelle varie scuole ed associazioni di Verona e provincia tenendo corsi di linguaggio rock, pop, jazz, blues ed improvvisazione e parallelamente estrapola i giovani talenti dalle varie classi di strumento per seguire e dirigere le musiche di insieme materia che si rivela essere il punto di forza dell'insegnante il quale scopo è quello di riuscire a mettere in pratica al meglio ciò che gli allievi studiano gradualmente nel percorso.

Parallelamente agli insegnamenti decide di iscriversi al triennio jazz del conservatorio di Mantova passando brillantemente il test di armonia teoria solfeggio e pratica dello strumento dove ha l'occasione di studiare con altri nomi di spicco del jazz italiano tra i quali Mauro Negri, Robert Bonisolo al sax.

Collabora con Dj Zeta e Bassi Maestro in alcune registrazioni e si esibisce e scrive per un periodo le musiche per il corpo di ballo di Villafranca nella scuola dell'insegnante Greta Bragantini

Svolge intensa attività concertistica.